Nell'antichità le venivano attribuiti poteri contro la rabbia, da lì il nome "canina". La specie di base di tante rose coltivate è un arbusto diffuso e cresce nelle siepi di collina e della bassa montagna di tutta Italia, ai bordi soleggiati dei boschi, presso le siepi e nei dirupi sassosi. I fiori bianchi, rosa chiaro o scuro si aprono singolarmente o a gruppi di tre, fra maggio a luglio, con cinque grandi petali a forma di nocciolo.
Le foglie vengono usate per preparare conserve e marmellate.

Fitoterapia: si usa per combattere raffreddori per la gran quantità di vitamina C, e come stimolante dell'appetito.

 

Segnatura: i fiori della rosa canina, dalle corolle piatte, aperte verso i raggi del sole, e con i petali a forma di cuore, sono il simbolo della ricerca della luce, dell'amore, della vitalità e dell'apertura radiosa alla vita.
 

PERSONALITA' DELLA PIANTA: manca di vitalità perché è un cespuglio denso di pesanti rami appesi. Non ha la forza per diventare una pianta di rosa eretta in piede, nemmeno perché le sue guide continuino a crescere. I suoi rami pendono apatici e senza forza.


MANCANZA DI INTERESSE PER IL PRESENTE PER ASSENZA DI MOTIVAZIONE, APATIA E DELUSIONE.

 

Parola di Bach: "Per coloro che, senza una ragione apparentemente sufficiente, si rassegnano a tutto ciò che accade, e scivolano così attraverso la vita prendendo le cose come sono, senza fare alcuno sforzo per migliorare o per trovare un po' di gioia. Si sono arresi alle avversità della vita senza lamentarsene.

"Quando la morte arrivi, è meglio che ci trovi vivi" Marcello Marchesi

"I morti sono più numerosi dei vivi. E il loro numero aumenta. I vivi sono rari." Eugene Ionesco

"Non vale la pena di vivere la vita se non sei goloso di quello che ti offre." Emmanuel Wathelet
 

 

Stato negativo: è stato deluso dalla vita e dagli affetti e non vuole correre il rischio di soffrire ancora. Ha perso la motivazione, l'interesse, soffre per l’aspettativa delusa, e rinuncia alla lotta per la vita. Viene chiamato il "Morto che cammina". Rassegnazione, apatia, fuga, accettazione  passiva, stanchezza, abulia, tristezza, paralisi, resa, indifferenza, scarsa vitalità. Nemmeno un po' di rabbia gli é rimasta per afferrarsi a essa... Fatalista senza speranze e alla deriva sul fiume della vita, non si sforza per migliorare le cose o trovare qualche gioia. Il vivere diventa sopravvivenza. Gioia e piaceri assenti. Né pianti né risate. Vita grigia, abitudinaria. Trasandato, non servizievole, amorfo, poco vitale, disinteressato. Lentezza mentale, monotono, inespressivo, indolente. Interlocutore noioso, non è di compagnia. Si adatta alle situazioni che non gradisce, e non recrimina, non si arrabbia, non si lamenta, e non fa nulla per stare meglio. Non ci prova, non lotta, non si lancia, non s'innamora, ma getta la spugna e non ci prova più. Non crede, non spera, non vede vie di uscita. Può cadere in un'attività sfrenata per compensare la delusione. Tendenza a spendere, a dissipare in cose futili presto gettate. Sonnolenza, indolenza, mancanza di gioia. Isolamento, frustrazione.

 

Stato positivo: accettazione, capacità di vivere la vita quotidiana con serenità, consapevolezza del tran-tran senza esserne annoiati, gioia tranquilla, interesse vivo, senso dell'umorismo per le cose quotidiane, vitalità.

 

Malattie statisticamente riscontrate (secondo alcuni autori), a cui il soggetto potrebbe andare incontro, se non armonizzato: emotività paranoide. Depressione apatica, stanchezza cronica e abulia vivacizzate a volte dall'attrazione per la morte. Stato di coma, di assenza della coscienza (associare Rescue Remedy). Cattiva digestione, flatulenza. Lassità dei legamenti da convinzione di aver assorbito energie negative. Gotta, calcolosi renale e biliare. Impotenza, anorgasmia, frigidità, spossatezza. Malattie circolatorie e cardiache. Leucemia. Malattie cicliche. Allergie. Malattie degenerative. Menopausa.

 

Riformulazioni degli allievi che frequentano i miei corsi: inappetente, trasandato, vegeta passivamente, apatico, abulico, inedia, rassegnazione.

 

Sessualità: problematiche croniche, mancanza di libido.

 

Bambini: neonati che dormono a lungo o si muovono poco quando sono svegli. Carenze affettive passate o presenti. Trascuratezza, spericolatezza, goffaggine, al punto da farsi male durante il gioco. Svogliatezza, incapacità costante di apprendimento. Tendenza a lamentarsi.

 

Pensieri positivi:

riattivo la mente e il corpo per ricominciare a vivere

scaccio l'apatia e la rassegnazione per la forza e la voglia di vivere

sono consapevole che non sempre può andare tutto bene

sono entusiasta della vita e apprezzo le bellezze del mondo

ricomincio a sperare e a vedere i lati positivi delle cose

non accetto passivamente gli eventi, ma lotto per modificarli

ritrovo la gioia di vivere nonostante qualche ostacolo

trovo le mie mete e lotto per raggiungerle

imparo a trarre piacere anche dalle piccole cose

trovo la forza per lottare e risolvere i problemi

 

Guarigione: speranza in qualcosa di bello, di gioioso. Si ritrovano interesse nella vita, capacità di lotta, iniziativa, motivazione interiore. Ritorno della vitalità e del senso dell’umorismo. Ci si libera della noia. Si impara ad amare la vita in ogni sua parte, affrontando a testa alta piaceri e dolori. Ricorda, a chi ha perso contatto con la vita a causa di un lungo stato di apatia, che vivere implica dolore, ma anche gioia, e che la nostra esistenza fisica ha un significato e un potere superiore.

 

Condizione che sviluppa, armonizza o risveglia: VITALITA', ENTUSIASMO, FERMEZZA DI PROPOSITI.

 

PER AUMENTARNE L'EFFICACIA: rispondete alle seguenti domande: quando ho perso l'interesse per la vita? Che cosa mi darebbe di nuovo il desiderio di vivere? Che cosa mi frena? Quale sarà il mio prossimo passo?

 

SFIDA: affrontare con coraggio il dolore sapendo che è solo uno stadio da superare per arrivare a crearsi una vita piena di entusiasmo.

 

Rappresentazione archetipica: "L'Indifferenza", assenza di motivazione, di passione, manca il fuoco interiore, ci si abbandona alla fatalità del destino, alla rassegnazione.

 

CHAKRA: agisce sul 2° vortice

 

Preparazione: il rimedio viene preparato con il metodo della bollitura. Il periodo indicativo di fioritura va da maggio a luglio.

         Principio transpersonale: espressione insufficiente

         Enneagramma: 5 avarizia

         Analisi transazionale: Io - Tu - 

         Affermazioni positive: prendo la mia vita nelle mie mani, con gioia.

       ASSOCIAZIONI FREQUENTI: Clematis, Gentian, Mustard, Olive.

F O R U M  SU  FACEBOOK

Vibrazione cromatica abbinata all'essenza

 

Consulta l'esperto  scrivendo una e-mail a floriterapia@tiscali.it - risponde Liliana Gimenez Haas

SERVIZIO  DI  CONSULTO  on-line

Il Set Completo del Laboratorio Di Leo, compralo on-line in maniera sicura e a un prezzo eccezionale: clicca qui

TORNA AL GIARDINO DI BACH